Natale fra dolcezze e fantasia

Natale fra dolcezze e fantasia

Panettone e mandorlato: sulle tavole degli italiani (molti veronesi... ), sicuramente nessuno dei due mancherà. Saranno insieme o a sere alternate, ma in ogni caso per molte famiglie saranno prodotti arrivati da laboratori veronesi.Sono stato a visitarne un paio.
Il primo è quello di Infermentum, quattro bravissimi ragazzi di Grezzana, a nord di Verona, che nel giro di pochissimo tempo non solo hanno trasformato una passione, quella per i lievitati, in un'attività fiorente, ma sono anche riusciti a portare il proprio panettone fra i primi 8 migliori a livello nazionale. Così ha sancito infatti la nota testata web Dissapore, che ne ha messi a confronto qualche centinaio.
Ma poi sono stato anche a Cologna Veneta, la patria del mandorlato. Quello che ho visto nascere, alla Casa del Dolce, ha qualcosa di straordinario: le mandorle, nel senso che ne ho viste versare tante, chili e chili di mandorle siciliane riversate nelle caldaie, senza risparmiarsi nulla. Quello che ne guadagna è la fragranza, veramente insuperabile.
Ma in questa puntata, ho dato grande spazio alle donne: a Cologna Veneto ho visto all'opera le merlettaie, appassionate eredi di una cultura, quella del merletto, arrivata da Venezia ancora all'epoca della Serenissima. Sulle colline di Avesa, invece, sono stato a trovare Monica, olivicoltrice scelta dalla regina di Abu Dhabi per rifornire le proprie tavole con l'olio veronese.
09/12/2016